Descrizione carriera e Descrizione fisica by eda

Andare in basso

Descrizione carriera e Descrizione fisica by eda Empty Descrizione carriera e Descrizione fisica by eda

Messaggio  Admin il Mer Apr 09, 2008 1:29 am

Giovinco è considerato in prospettiva futura uno dei migliori giocatori del panorama calcistico nazionale e addirittura mondiale( fu cercato dal Barcelona ). Alla Juventus, squadra proprietaria del suo cartellino, è considerato l'erede di Alessandro Del Piero. Fantasista brevilineo dotato di una tecnica sopraffina, è un giocatore estremamente duttile: può giocare, oltre che da trequartista, il suo ruolo preferito, anche come esterno d'attacco e addirittura come punta centrale! È dotato di ottima agilità e di grandissima visione di gioco. Altre sue doti importanti sono la rapidità (che gli consente di avere un dribbling fulmineo) oltre ad una grande capacità nell'esecuzione dei calci da fermo. Il ventenne piemontese oppone ai limiti fisici dati dalla statura alquanto esigua e dalla struttura eccessivamente "leggerina"(circa 60 kg) una tecnica invidiabile, un’agilità maradoniana ed una squisita visione di gioco, tanto da convincere Fabio Capello, in passato, ad usarlo come regista della squadra avversaria durante le partitelle in famiglia della banda bianconera.Per i patiti dei soprannomi Giovinco è anche detto la "formica atomica".
Sebastian Giovinco comincia a tirare i primi calci al pallone nel campetto di calcio al quartiere della Riber a Borgo Melano (Beinasco)[1]. Inizia poi la propria carriera sportiva con la Juventus, con la quale completa l'intera trafila nelle formazioni giovanili, vincendo anche il campionato con la formazione Primavera nella stagione 2005/06 e ricevendo in premio la statuetta del Guerin Sportivo come miglior giocatore della fase finale[4].

Nella stagione 2006/07 Giovinco continua ad essere un titolare fisso nella formazione giovanile bianconera e conquista con i propri compagni la vittoria della Supercoppa Primavera[5] e della Coppa Italia Primavera[6]. Il 12 maggio 2007 il coronamento di un sogno: nel corso della partita Juventus-Bologna, l'allenatore della prima squadra Didier Deschamps lo fa esordire in Serie B facendolo subentrare a Palladino al 76', e Giovinco ripaga la scelta confezionando a Trézéguet l'assist per la rete del definitivo 3-1[7].

Il 21 giugno 2007 viene ceduto in prestito all'Empoli, nell'ambito dell'operazione che porta Almirón alla Juventus[1]. Il suo esordio in Serie A con la nuova maglia avviene il 26 agosto 2007 nel corso della partita fra Fiorentina ed Empoli, terminata poi con il punteggio di 3-1 in favore dei padroni di casa, quando Cagni gli fa giocare l'ultima mezz'ora al posto di Antonini[8]. La prima rete nella massima serie arriva invece il 30 settembre, quando segna il secondo gol della sua squadra nella vittoria casalinga dell'Empoli sul Palermo per 3-1.Poche giornate dopo segna,con una magia su punizione,al 92' il gol del 2-2 contro la Roma.Con il cambio dell'allenatore (Malesani sostituisce l'esonerato Cagni)Giovinco diventa titolare e sfodera proprio all'esordio del neo mister una prestazione maiuscola in Coppa Italia contro la "sua" Juve.[9]. L'esordio ufficiale in campo europeo arriva il 4 ottobre 2007 a Zurigo al Letzigrund Stadion, in occasione della partita di ritorno del primo turno di Coppa UEFA tra Empoli e Zurigo, conclusasi per 3-0 in favore della formazione elvetica[10].
Giovinco ha giocato in tutte le Nazionali giovanili, dall'Under-16, fino all'Under-20: è un record, che potrebbe diventare ancora più grandioso se fosse convocato nella nazionale maggiore.
Il 1° giugno 2007 esordisce nella Nazionale Under 21 allenata da Casiraghi, giocando da titolare nella gara contro l'Albania (prima gara di qualificazione al Campionato Europeo del 2009), finita poi con il punteggio di 4-0 in favore degli azzurrini[11].

DESCRIZIONE:
Giovinco è un piccolo ragazzo.. piccolo di statura ma non di bravura.
Porta i capelli rasati e nonostante possa sembrare magrolino o gracile ha un fisico formato e muscoloso. Soprattutto i pettorali e la schiena sono robusti e sviluppati.
Altri particolari anatomici di questo bellissimo piccolo ragazzo sono i glutei, ben in vista durante l'esultanza al suo primo gol in A, le gambe muscolose e ben curate, ma anche il volto ha bei lineamenti che testimoniano la sua provenienza dal meridione.
Voto 9. Cool I love you Embarassed geek lol!
Descrizione carriera e Descrizione fisica by eda Giovincointervistatoes2

Admin
Admin

Numero di messaggi : 31
Data d'iscrizione : 05.11.07

Visualizza il profilo http://sebamimmo.elencoforum.com

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum